HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE IN CONCERTO

HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE IN CONCERTO

Dopo 8 date di straordinari successi e sold out tra Roma e Milano, approda a Napoli – unica tappa per il Sud Italia – HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE in concerto! L’Orchestra Italiana del Cinema, compagine di oltre 80 elementi che negli scorsi anni ha già portato in giro per il mondo le produzioni musicali di alcune pellicole indimenticabili della storia del cinema – dal Neorealismo a La Dolce Vita, da The artist a La Febbre dell’Oro – interpreterà il primo episodio delle celebre serie creata da J.K Rowling, anche in occasione dei 20 anni dall’uscita del libro, i prossimi 2 e 3 giugno alla Etes Arena Flegrea. A dirigere la celebre partitura del Premio Oscar John Williams, in sincrono con le immagini del film proiettate su uno schermo di oltre 14 metri sarà il presidente della Cine-Concerts, nonché ideatore di questa formula di successo che sta riscuotendo consensi in ben cinque continenti: lo statunitense Justin Freer.

La serie di film di Harry Potter è uno di quei fenomeni culturali che capitano una volta nella vita e che continuano a deliziare milioni di fan in tutto il mondo – afferma lo specialista del genere “film with live orchestra” – È con immenso piacere che offriamo, per la prima volta in assoluto, l’opportunità di ascoltare la premiata colonna sonora eseguita dal vivo da un’orchestra sinfonica, il tutto mentre l’adorato film viene proiettato in simultanea sul grande schermo. Sarà un evento indimenticabile.

Il ruolo della musica nel film è cruciale – continua Marco Patrignani, presidente della O.I.C. e produttore dello show in Italia – e questa è un’occasione più unica che rara per scoprire come il talento di un grande compositore qual è John Williams abbia contribuito a dare vita a una storia. È anche sorprendente poter ammirare i singoli musicisti creare un suono straordinario unico e scoprire i colori e le suggestioni che ogni strumento è in grado di creare in relazione a ogni momento del film. Harry Potter è una delle maggiori saghe di successo nella storia e penso che la serie di film-concerto sia una meravigliosa opportunità per tutte le età, per rivivere o scoprire fin dall’inizio questa emozionante avventura e lasciarsi trasportare dalla magia della sua musica.

A rendere operativa questa complicata macchina simbiotica tra i fotogrammi del film e le note musicali della colonna sonora è una tecnologia di precisione. Messa a punto da Ed Kalnins, fedele ingegnere audio-video che accompagna il tour internazionale del progetto, il software che sincronizza in perfect timing le immagini col suono prevede una serie di segnali ottici sovraimpressi che tramite speciali switch mandano gli input sul monitor del direttore d’orchestra e contemporaneamente al proiettore: una versione della pellicola lavorata ad arte ma coadiuvata dall’indispensabile azione al millimetro del musicista in carne ed ossa e del programmatore al computer. Perfetto esempio di sinergia tra uomo e macchina, il sistema – ed i meccanismi di produzione che sono celati dietro le quinte di queste operazione – saranno proiettati in un filmato proiettato prima del cine-concerto che illustrerà anche le fasi di realizzazione di questa esperienza unica, da vivere in sala come sul palco.

CineConcerts e Warner Bros. Consumer Products hanno inaugurato all’inizio dell’anno la Harry Potter Film Concert Series, un nuovo tour mondiale di concerti protesi a celebrare tutti i film della saga. Il primo film si è tenuto nel giugno 2016; il progetto ad esso dedicato si propone di includere centinaia di spettacoli in più di 35 paesi in tutto il mondo entro la fine del 2018.

Scritto da Danilo Mingirulli

Pubblicato il 19 maggio 2017

Sìì il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *